Reddito di cittadinanza: tutti gli aggiornamenti in merito

Reddito di cittadinanza e dicembre: quali sono gli aggiornamenti in merito? Sempre più italiani e stranieri residenti in Italia hanno richiesto di poter usare questo beneficio. Si tratta di una somma di denaro che viene caricata su un’apposita carta di credito e può essere ottenuta se si hanno i requisiti adatti. Ma quali sono gli aggiornamenti che gli italiani stanno aspettando per il mese di dicembre? E soprattutto arriveranno oppure no?

Reddito di cittadinanza: che cosa cambia a dicembre 2019

Il reddito di cittadinanza, meglio conosciuto con la sigla “RdC” è un supporto economico, una somma di denaro che i cittadini italiani possono richiedere. Oltre al fatto di dover rispettare dei requisiti per poterlo richiedere, ci sono però anche degli aggiornamenti in merito.

A quanto pare molte persone hanno ipotizzato che a dicembre potesse arrivare una sorta di tredicesima. Questa però, ha sottolineato il governo, non è affatto prevista, come non è prevista per la pensione di cittadinanza. Sebbene questo dubbio sia stato chiarito, proprio nel mese di dicembre sono arrivati altri dubbi da parte dei cittadini. Proprio questi ultimi hanno ricevuto presto risposta da parte del governo.

Molti si sono chiesti se il reddito di cittadinanza venisse caricato prima della data presunta, ovvero il 27 dicembre. Sebbene la data sia vicina, l’Inps non ha ancora confermato nulla in merito, ma ha dichiarato che la data potrebbe essere anticipata. In vista di Natale infatti sembrerebbe che la ricarica della carta del reddito di cittadinanza arrivi prima del 24 dicembre. Non c’è nulla di sicuro però in merito e chi percepisce il reddito sta aspettando. Addirittura alcuni hanno ipotizzato che il pagamento arrivi intorno al 20 dicembre circa. Per ora però si attendono ancora conferme da parte dell’Inps.

Reddito di cittadinanza: attenzione a rispettare le condizioni

Si ricorda che ci sono dei requisiti per poter percepire il reddito di cittadinanza. Prima di tutto non si deve possedere una cifra di ISEE che sia superiore ai 9360 euro. Questo però non è l’unico requisito permesso. È importante che la persona non possieda beni di proprietà quali ad esempio autoveicoli immatricolati fino a sei mesi prima della richiesta.

 Precisamente, nessuno dei componenti del nucleo familiare deve avere questo tipo di beni e nemmeno autoveicoli con una certa cilindrata. Quest’ultima inoltre si intende superiore a 1600cc oppure si intendono motoveicoli con cilindrata superiore a 250cc. Questi inoltre non devono essere stati immatricolati nei due anni prima della domanda.

Da sottolineare anche che la persona che richiede il reddito di cittadinanza deve avere la cittadinanza da più di 10 anni e non solo.

Deve anche risiedere in territorio italiano stabilmente da due anni circa. Ci sono poi altri requisiti che riguardano i nuclei familiari e ovviamente tutti andranno rispettati alla lettera al fine di riscuotere il reddito. È molto importante infatti dimostrare con onestà il possesso di tutti questi requisiti, pena salate sanzioni da parte delle istituzioni.

Sono tante purtroppo le persone che hanno finto di avere i requisiti pur di ottenere la somma di denaro prevista. Ora però, grazie agli opportuni controlli, il governo sta procedendo con le rispettive multe e soprattutto la sospensione del Rdc.

Per non sbagliare e per capire quali sono i requisiti corretti da dover possedere, è bene informarsi anche direttamente sul sito ufficiale dell’Inps. In tal modo da qui si avrà una fonte certa da cui si potranno trarre le corrette informazioni.

Per adesso si attendono i nuovi aggiornamenti di cui ha parlato l’Inps. A quanto pare, oltre al pagamento anticipato di dicembre, ci potrebbero essere ulteriori novità. Non resta quindi che attendere che le istituzioni rendano ufficiali le loro decisioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *