assicurazioni auto false

Assicurazioni auto false: 12 siti segnalati dalle forze dell’ordine

Assicurazioni auto false: come evitarle? Purtroppo sono numerosi i siti che garantiscono diversi sconti ai clienti, ma che purtroppo celano anche tante truffe. A rendere noti infatti questi problemi, è stata la stessa Polizia di Stato, che ha indicato sul web e trovato ben 12 siti. Questi ultimi infatti non solo non vanno bene, ma sono proprio illegali. Il problema consiste nel fatto che non solo le loro assicurazioni sono false, ma soprattutto i veicoli poi non risultano nemmeno assicurati.

Assicurazioni auto false: ecco i 12 siti

Assicurazioni auto false: ci sono ben 12 siti che la Polizia ha segnalato come illegali, in quanto rilasciando RC Auto completamente false. I loro nomi infatti sono stati pubblicati su diversi quotidiani e i cittadini dovranno fare attenzione ad evitare quelle pagine web. La prima della lista ha il sitowww.assicuralatemporanea.com il quale prometteva il 20% di sconto per i nuovi clienti e non solo. Prometteva anche di comprendere gratuitamente furto e incendio nell’assicurazione falsa. A seguire vi è subito www.assicurazioniabaco.it che addirittura vantava di avere un’esperienza più che decennale.

Da bocciare senza possibilità di recupero anche www.globaleassicura.it che vantava di essere attivo dal 2006, ma non solo. I cittadini italiani dovranno evitare anche www.assicurazionecolombo.it che si annunciava con una sorta di super esperto per assicurazioni temporanee. Questa avrebbero assicurato l’auto dai 5 giorni fino ad un massimo di 120 giorni. Il prezzo inoltre variava dai 90 euro per il minimo periodo di tempo fino ai 380 euro.

Altro sito da evitare è www.misterpolizza.com e anche in questo caso l’assicurazione prevista era solo temporanea. La tempistica andava sempre dai 5 ai 120 giorni circa ma il costo oscillava dai 90 euro fino ai 390 euro.

Assicurazioni auto false: ecco gli altri siti

L’elenco dei siti da evitare è stato diffuso dall’Ivass e la lista comprende anche www.brokerassicurazioni.net  e anche www.feniceassicura.it. In particolare quest’ultimo nemmeno si apre più. Gravissima anche la situazione di www.myassicurazione.net che addirittura vantava di essere un sito regolare. Vantava infatti di essere regolarmente iscritto all’Ivass nonostante le assicurazioni auto risultassero false.

Leggendo invece la presentazione di www.categoriabreve.eu si poteva notare che Categoria Breve fosse un “leader nel settore” dal 2008. Irregolare anche www.onebrokerassicurazioni.it così come http://facileassicura.com.  Quest’ultimo non è nemmeno un vero sito. Si tratta infatti di un dominio che però permette all’utente di ricollegarsi ad altre pagine web. Ha problemi di apertura anche il sito www.polizzadiretta.eu che ovviamente fa parte sempre della “lista nera”.

La presenza di questa black list è molto grave secondo le autorità e queste ultime sono fiere di aver intercettato questi siti che propongono assicurazioni auto false. A quanto pare ora saranno intensificate le opportune verifiche al fine di evitare situazioni simili.

Per quanto riguarda i cittadini invece si raccomanda loro di affidarsi ai più famosi siti di assicurazioni e di evitare quelli poco conosciuti. Questi, quando vantano sconti particolari o troppo convenienti, a quanto pare spesso nascondono truffe. La dimostrazione infatti è proprio la black list dei 12 siti qui elencati, i quali facevano assicurazioni auto false. Vantavano esperienza di più di 10 anni, sconti fantastici, e invece alla fine nemmeno rilasciavano delle vere assicurazioni. Diffidare soprattutto di quei siti che rilasciano un’assicurazione misurata in base ai giorni. L’assicurazione auto può essere di 12 mesi oppure di 24 mesi. È bene quindi informarsi prima di sottoscrivere quelle che sembrano RC Auto convenienti, quando in realtà non lo sono, evitando così di incorrere in assicurazioni false.

Per tutti quei cittadini che hanno sottoscritto assicurazioni con i siti sopra elencati, inconsapevoli delle truffe, dovranno segnalare il tutto alle autorità. Oltre a questo è sempre bene informarsi prima di accettare la stipula di un contratto assicurativo. Se ci si fida ciecamente, a quanto pare si rischia una truffa.

Potrebbe interessarti: Ultime novità sul bollo auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *